«I tappi non andavano bene, le cuffie sì, attutiscono, smorzano, tolgono quasi tutti i suoni. Volevo che i visitatori alla mostra percepissero il mondo un po’ come lo percepisce Ambra»: così Danilo Garcia Di Meo spiegava la presenza di cuffie alla sua mostra, ‘What?’, nell’ex negozio di via Garibaldi durante Riaperture.

Tre giorni in cui abbiamo sentito il mondo di Ambra, ragazza romana sorda ma anche e soprattutto tante altre cose. E battaglie vinte: perché Ambra è una donna che lotta non soltanto contro la disabilità, ma per affermare la propria identità.

In via Garibaldi c’erano anche gli amici dell’Associazione Integrazione Sordi di Ferrara, che traducevano in LIS le presentazioni. Anche questo è stato il festival di Riaperture.

foto di Giulia Bruni, Jessica Morelli, Maria Chiara Bonora e Simone Dovigo.