Il festival di fotografia, ma prima di tutto dei fotografi: conoscerli vale quanto osservare i loro scatti. Ne cogli le sfumature, l’umanità, ovviamente, e anche i loro progetti acquistano una luce più definita. Riconoscibile.

È la prima edizione di Riaperture e ci piace sperimentare. Così, abbiamo pensato all’idea di rendere protagonisti i fotografi con una serie di visite guidate: saranno loro, durante il weekend a Ferrara, a presentare i propri lavori, come se fossero quadri impressionisti o statue greche. Niente audioguide e nessuna pretesa esaustiva: gesticoleranno, saranno timidi o sfrontati, vaghi o chirurgici, nell’illustrare e analizzare le proprie fotografie. Ma non potranno essere nient’altro che ciò che sono: fotografi.

Il calendario è stilato in base ai loro impegni e disponibilità. Non tutti i fotografi di Riaperture, inoltre, potranno essere presenti a Ferrara a causa di altri impegni di lavoro. Le visite guidate sono incluse nel biglietto-braccialetto che vi viene dato all’ingresso, e non sono su prenotazione. Questi gli orari:

Sabato 18 marzo
Francesca Ióvene ore 12.15
Danilo Garcia Di Meo ore 14.45 (con traduzione in lingua LIS)
Barbara Baiocchi ore 15.30
Sara Munari ore 16.15
Massimo Mastrorillo ore 16.30
Giovanni Cocco ore 18.45

Domenica 19 marzo
Luana Rigolli ore 12.30
Simone D’Angelo ore 15.30