Prima di partire per andare ovunque o da nessuna parte, e tornare con una nuova edizione di Riaperture da scartare, costruire, montare scalzi sul pavimento come fossero mattoncini Lego, spediamo le ultime cartoline dall’edizione passata. Ci siamo noi, voi, loro: ci sono fotografi che fanno letture portfolio, volontari che fanno i volontari, pubblico che fa il pubblico, persone che fanno le persone.

Che poi alla fine sempre lì si finisce: che si tratti di fotografia o agopuntura o metallurgia, nelle vene del festival scorrono le persone che si intrecciano in quei giorni. Tu mi racconti una storia, io ti dico dove correggerti, loro ti sorridono e ti indicano la via, tutti cerchiamo sempre di portarci a casa un momento, uno stupore, un tormento, qualcosa che non sapevamo o che non credevamo ancora di sapere. Torniamo presto, stavolta guardando soltanto al futuro.

Foto di Maria Chiara Bonora, Eugenio Ciccone, Pietro Marino, Giacomo Brini