Martina Landroni

Quando

Dal 10 settembre al 3 ottobre 2021
negli orari di apertura del locale

Dove

Pop Design Store

“VIA MAZZINI 100

Lunedì: 09:30 – 12:30 / 16:00 – 20:00
Martedì: 09:30 – 12:30 / 16:00 – 20:00
Mercoledì: 09:30 – 12:30 / 16:00 – 20:00
Giovedì: 09:30 – 12:30
Venerdì: 09:30 – 12:30 / 16:00 – 20:00
Sabato: 09:30 – 12:30 / 16:00 – 20:00
Domenica: Chiuso

Pop Design Store è uno spazio polivalente in cui si incontrano design e artigianato. A Pop Design Store troverete accessori moda, gioielli sostenibili, complementi arredo, oggetti di design e tanto altro…
I protagonisti di questo nuovo Concept Store sono le produzioni artigianali e il design in tutte le sue declinazioni. La selezione dei prodotti in vendita è mirata principalmente verso brand in espansione e non ancora conosciuti alla grande distribuzione. Questo permette di acquistare articoli ad un prezzo sempre controllato pur offrendo un alto contenuto qualitativo.
Accessori moda e complementi d’arredo vengono proposti ad un pubblico di nicchia, esigente nella qualità e sempre attento alle nuove tendenze.

Io sono Max

“Io sono Max” è la storia di un ragazzo nato in un corpo sbagliato, la storia della sua disforia di genere e della transizione verso un corpo che rappresenta l´idea che ha sempre avuto di se.
Questo progetto, fatto di immagini esplicite, parla di cambiamento, di dolore ma soprattutto di vita e di una nuova nascita. È il percorso di ricostruzione della propria identità, fra abbandoni e grandi amori, per approdare infine all’amore quello vero, quello verso se stesso.

Bio

Martina Landroni nasce a Bologna nel 1984 e nel 2011 si laurea in Storia.

 Si avvicina al mondo della fotografia da autodidatta; nel 2018 frequenta un corso base di fotografia presso il Witness Journal dove acquisisce le prime nozioni tecniche. 

La passione per la fotografia la porta ad approfondire il metodo, scoprendo una predilezione per la Street Photography.

Nel 2020 espone alcuni dei suoi scatti di viaggio insieme all’acquerellista Adelfo Cecchelli, e nell’ultimo anno si dedica ad alcuni progetti fotografici, fra i quali quello presentato in questa sede.