Luis Cobelo

Quando
Tutti i weekend dal 10 settembre al 3 ottobre 2021
dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Chas chas

Buenos Aires, attraverso un quartiere particolare e poetico chiamato Parque Chas. Il progetto si ispira ad una serie di fumetti argentini con lo stesso nome che Luis Cobelo lesse 32 anni fa. Il fumetto racconta, in più capitoli, le avventure di uno scrittore a cui è stato detto che in quel luogo accadono cose fantastiche e straordinarie e dove vivono persone magiche meravigliose.

Il motivo per cui possono accadere cose “fuori dall’ordinario” è perché il centro del quartiere è stato costruito architettonicamente come una ragnatela o un labirinto.
Quindi, ecco perché dicono (i “Chas-chassiani”) che se entri in quella forma concentrica, potresti non andartene mai e cose magiche possono accaderti. Molti sostengono che questa sia la realtà e non ciò che si trova fuori dal quartiere. In sostanza, a Parque Chas tutto è possibile.

Molti anni dopo, Luis decise di percorrere migliaia di chilometri per vedere di persona questo luogo. Ma ciò che lo ha spinto davvero è stato il desiderio di scoprire se il detto che ha sentito su questo mitico quartiere fosse vero: “Tutto ciò che hai perso nella vita, esiste nel Parque Chas”.
E sì, lo fa.

“Chas Chas” si legge come una graphic novel o un racconto del mistero dove ritroviamo stratificazioni di riferimenti interni ed esterni. Il flusso di immagini evoca una logica onirica che induce al sorriso che sembra essere stranamente radicata nella realtà alternativa della vita di quotidiana in questo luogo fantastico.
Tutto questo avviene attraverso gli occhi giocosi e allucinati di Cobelo, che si muove tra le storie improbabili mille volte raccontate e diventate reali, solo per chi vuole credere.

“Chas Chas” è un gioco da ragazzi, un luogo immateriale dove verrà ritrovato chiunque e qualunque cosa sia stata persa. Può essere per tutti, tranne per chi vuole sapere come si fanno i trucchi di magia.

Bio

Nato in Venezuela, Luis Cobelo ha studiato filosofia all’Università di Zulia. È cresciuto ed è diventato un fotografo tra il Venezuela e la Spagna, attualmente vive a San Francisco, California. Lavorando in modo indipendente dal 2001, Luis sviluppa progetti documentari nelle Americhe, in Asia e in Europa, ed è stato pubblicato in molte riviste e giornali in tutto il mondo. Il suo lavoro è incentrato sulla cultura sudamericana, dove ha creato il suo primo libro “Zurumbático”, per rivelare lo spirito magico di questa parte del mondo (Caraibi). Il libro ha affascinato persone in tutto il mondo e la mostra legata a questo progetto è stata esposta in Italia, Messico, Stati Uniti, Spagna, Costa Rica, Portogallo, Venezuela e Paesi Bassi. Il suo secondo progetto/libro fotografico “Chas Chas”, è un’altra raccolta di fantasie, misteri e storie magiche del continente latinoamericano in particolare a Buenos Aires, in Argentina.