Ogni anno siete sempre di più: il concorso fotografico di Riaperture diventa sempre più grande, consistente, pieno di valide proposte. Torna anche nel 2020 la call per il festival, che mette in palio la possibilità di esporre i propri lavori. Il futuro è di chi lo fotografa: e di chi partecipa al concorso, entro il 9 febbraio 2020.

Il tema della quarta edizione del concorso è ‘Errante’. Errante è colui che migra, verso una stella polare, presagio del  miglioramento delle condizioni di vita; errante è un pezzo di plastica abbandonato in mare, gemello di altrettanti scarti vagabondi dell’oceano, uniti quasi come fossero continenti; errante è un adolescente che studia e cresce tra sogni e realtà; errante è una ragazza che diventa donna, poi madre, moglie e nonna; errante è colui che precipita nelle dipendenze e per poi redimersi, uscirne; errante è una città che muta continuamente facendosi organismo in evoluzione; erranti sono i percorsi bui attraversati nei vortici della malattia. Errare è andare verso, ma anche sbagliare in questo percorrere verso, è un errore che ti fa cambiare strada o strategia, ma difficilmente approdo finale nella complessità della convinzione.

La giuria sarà composta da: Fausto Podavini (vincitore World Press Photo), Lina Pallotta (fotografa e docente), Giacomo Brini (fotografo e presidente Riaperture PhotoFestival Ferrara). In palio anche buoni spesa per materiale fotografico.

Tutte le informazioni e il modulo per iscriversi, qui: riaperture.com/concorso