Riaperture a Internazionale

Internazionale a Ferrara è un festival che rende Ferrara ancora più Ferrara: una città di provincia che si apre al mondo, un mondo fatto di giornalisti ma soprattutto visioni diverse che per tre giorni viene in provincia rendendola il centro di questa polivisione. Ferrara è piccola ma grande, contiene all’interno delle sue docili mura persone pronte ad accogliere queste storie. Nel nostro piccolo, anche Riaperture ha preparato storie da raccontare, o addirittura da vivere, per il weekend dal 30 settembre al 2 ottobre.

Così, dopo essere usciti dalla meravigliosa rassegna dedicata al World Press Photo a Palazzo Massari, fate un salto a Factory Grisù. Che cosa troverete?

Una mostra fotografica. Claudia Gori porta a Ferrara il suo progetto What Water Gave Us. Un viaggio dalla sorgente alla foce del fiume Bisenzio, in Toscana, che vuole documentare l’attuale scenario della valle, sospesa tra un passato glorioso e un futuro che stenta ad arrivare.

Un workshopOliviero Rossi (psicologo, psicoterapeuta, arteterapeuta) porta a Ferrara Immagini attive e conoscenza di sé. Non un vero e proprio workshop di fotografia, ma un’esplorazione della possibilità di conoscere sé stessi attraverso gli istanti significativi della propria esistenza. Partendo dalle immagini o dai video realizzati dai noi durante la nostra vita.

Una tavola rotonda. Il filo invisibile di Riaperture a Internazionale è la memoria: l’impronta che lasciamo sull’ambiente in cui viviamo, i ricordi che costruiamo attraverso le immagini che lasciano segni sulle nostre vite. La memoria da mettere a fuoco, uno di fronte all’altro, con le parole e con quello che sappiamo e vogliamo fare: fotografare. Ne parleranno Danilo Garcia Di Meo, fotografo italiano, con Claudia Gori, Oliviero Rossi, e noi di Riaperture.

Riaperture a Internazionale

da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre 2016
Consorzio Factory Grisù
via Poledrelli 21
Ferrara

Orari

Mostra fotografica What Water Gave Us
da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre
ore 10.00 – 19.00 (ingresso gratuito)

Workshop Immagini attive e conoscenza di sé
sabato 1 ottobre
ore 9.30 – 13.30 (costo 50€ per i soci Riaperture, tessera 5€)
Per iscrivervi, scrivete a info@riaperture.com

Tavola rotonda La Memoria Fotografica
sabato 1 ottobre
ore 15.00 – 17.00 (ingresso gratuito)


Workshop ‘Immagini attive e conoscenza di sé’

Ogni immagine fotografica o video, è una sorta di impronta, qualcosa che è passato nel mondo e ha lasciato una traccia. Sono così gli album di famiglia, i video delle vacanze, le fotografie di momenti di vita vissuta. Qualcosa che rimane su un foglio di carta, sullo schermo di un computer, che mostriamo agli amici dal display di un cellulare, e che possiede una enorme potenza rappresentativa. In un certo senso quell’immagine è un’impronta che contiene un mese di vacanza, i luoghi visitati, le persone incontrate. Potremmo dire, un 100º di secondo contiene periodi di vita. Ma in che modo li contiene effettivamente?
Lavorare con le immagini fotografiche è proprio il processo di costruire, ricostruire, co-costruire ponti tra passato e presente. Quello che potremmo chiamare un’operazione narrativa rigeneratrice di qualcosa che non c’è più a meno che non rivolgo la mia attenzione su quel mio essere stato.

Il workshop, della durata di 4h, è indirizzato a tutti coloro che vogliono esplorare la possibilità di conoscere se stessi attraverso gli istanti significativi della propria della propria esistenza.

Ai partecipanti ė richiesto di portare la storia della propria vita in una quindicina di fotografie per loro significative.
Le fotografie ė necessario che siano su supporto cartaceo in originale o in fotocopia (anche in b/n).

Oliviero Rossi
Psicologo, Psicoterapeuta, Arteterapeuta
Direttore dell’ Istituto Psicoterapia della Gestalt Espressiva (IPGE – Riconosciuta dal MIUR D.M del Ministero dell’Istruzione 28/07/2014 pubblicato in G.U. n°193 del 21/08/2014)
Professore invitato presso la Università Antonianum – Facoltà di Filosofia, dove è Direttore del Master di I Livello: “Metodologie dell’immagine video e fotografica nella relazione d’aiuto e nelle artiterapie”.
Didatta e supervisore di Psicoterapia della Gestalt riconosciuto dalla FISIG e FEIG;
Direttore Responsabile della rivista Nuove Arti Terapie.


L’immagine di copertina è di Claudia Gori.