RIAPERTURE è una nuova associazione culturale. Fondata nel maggio 2016 a Ferrara da fotografi professionisti e semplici esseri umani, vuole fare luce sugli ingranaggi nascosti della fotografia e quindi del nostro vivere.

RIAPERTURE si (ri)apre al contatto diretto con le cose che ci circondano. Consideriamo quella fotografia cheaumenta il livello di entropia della società e del nostro sentire umano, facendola emergere dalla fotografia che non smuove, non turba, non innesca. Vogliamo portare a Ferrara, in spazi dimenticati, nuova energia vitale, attraverso percorsi cognitivi fatti di immagini, parole e azioni ad opera di chi la fotografia non solo la crea, ma la pensa, la mastica, la plasma. Percorsi espositivi, attività formative e momenti di riflessioni emozionali che portino il visitatore a farsi domande, a scavare nelle proprie viscere.

RIAPERTURE si fa dunque portatrice di un concetto di fotografia che smantelli l’architettura dei like, dei numeri, delle visualizzazioni, della diffusione, per ritornare a parlare di sé, prima di tutto, e riaprire quella faccenda che non dovrebbe mai assopirsi: la cultura che sia urgenza, che serva a creare disordine interiore, per spingerci a voler poi mettere a posto. Riordinare, risistemare, riaprire la realtà: fisica, mentale, universale. E l’approccio scelto per concretizzare questo percorso è fatto attraverso scelte espositive originali, genuine, personali

RIAPERTURE non vuole rivolgersi quindi soltanto ad appassionati di fotografia. Cerca di mettere in contatto persone curiose, che non si lasciano stare, e di far interagire fotografi e processi creativi con i visitatori, ferraresi e non solo.

L’associazione